salta al contenuto

Tribunale di Torino

Magistrati

Uffici e Cancellerie

Servizi al cittadino

Trasparenza e Comunicazione

Servizi ai professionisti

Vendite giudiziarie

Servizi online

Ricorso al giudice per l'adempimento dei genitori all'obbligo di mantenimento dei figli

Scheda aggiornata al 06/02/2019

COS'E'

I doveri verso i figli da parte di entrambi i genitori implicano l'obbligo "di mantenere, istruire educare e assistere moralmente i figli, nel rispetto delle loro capacità, inclinazioni naturali ed aspirazioni".Quando i genitori non hanno mezzi sufficienti, gli altri ascendenti, in ordine di prossimità, sono tenuti a fornire ai genitori stessi i mezzi necessari affinchè possano adempiere i loro doveri nei confronti dei figli. In caso di inadempienza all'obbligo di mantenimento è possibile presentare ricorso al Presidente del Tribunale il quale può ordinare con decreto che una quota del reddito dell'obbligato sia versata al genitore o a chi sopporta le spese per il mantenimento.

CHI PUO’ RICHIEDERLA

In caso di inadempimento dei genitori può essere presentata istanza da chiunque vi abbia interesse.

DOVE

Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Torino - Corso Vittorio Emanuele II, 130 - 10138 - Cancelleria Volontaria Giurisdizione - Piano Terra - Ingresso 3 - Aula 11

Informazioni telefoniche: 011/432 8431

Orario sportello: dal lunedì al venerdì 8:30 – 12:30

COME SI SVOLGE

Il presidente del Tribunale può ordinare con decreto che una quota dei redditi dell'obbligato, in proporzione agli stessi, sia versata direttamente all'altro genitore o a chi sopporta le spese per il mantenimento, l'istruzione e l'educazione della prole. Il Decreto del Presidente del Tribunale costituisce titolo esecutivo ma può essere opposto avanti al Tribunale entro 20 giorni dalla notifica. L'ordine di pagamento è rivolto al datore di lavoro dell'obbligato se dipendente o direttamente all'obbligato se lavoratore autonomo.

NOTA BENE

Le parti ed il terzo debitore possono sempre chiedere, con le forme del processo ordinario, la modificazione e la revoca del provvedimento.

COSTI

  • €98 di contributo unificato, ESENTE IN CASO DI FIGLI MINORENNI;
  • 1 marca da €27 per diritti forfetizzati per notifiche.

Questa scheda ti ha soddisfatto?




Vi ricordiamo che, non essendo un servizio di consulenza legale, non è possibile richiedere informazioni specifiche e personalizzate su singoli casi.