salta al contenuto

Tribunale di Torino

Magistrati

Uffici e Cancellerie

Servizi al cittadino

Trasparenza e Comunicazione

Servizi ai professionisti

Vendite giudiziarie

Servizi online

Rinuncia eredità

Scheda aggiornata al 11/02/2019

COS'E'

La rinuncia all’eredità è l’atto con il quale l’erede dichiara di non volerla accettare (es. quando il defunto ha lasciato debiti che sono superiori ai crediti) e deve essere effettuata da tutti coloro che sono chiamati all’eredità per legge. La rinuncia all’eredità deve essere fatta con dichiarazione ricevuta dal notaio o dal cancelliere del tribunale competente e non ha effetto se non è osservata tale forma prescritta. La rinuncia non può essere parziale, né condizionata, né a termine ed è sempre revocabile sino a quando l'eredità non viene accettata dagli altri chiamati e comunque con atto e nelle forme di legge non ricevibili dal Cancelliere (così come prescritto dal Ministero della Giustizia - Ispettorato Generale).

CHI PUO' RICHIEDERLA

I rinuncianti si devono presentare personalmente, se maggiorenni. Nel caso di minorenni si devono presentare entrambi i genitori in loro rappresentanza. Nel caso di interdetti, inabilitati o minori, il tutore o il genitore deve chiedere l’autorizzazione per la rinuncia all’eredità del minore al Giudice Tutelare del luogo di residenza del minore o del tutore. Per Torino qualora ricorra detta casistica è necessario rivolgersi alla Cancelleria Tutele del Tribunale - Ingresso 1 - piano primo - Stanza 11707 - Telefono: 011/432 8020, Fax: 011/432 8021 - Email: ufficio.tutele.tribunale.torino@giustizia.it, e solo in seguito all'accoglimento della richiesta, all'ufficio successioni competente per la redazione dell'atto pubblico.

(Vedi modulo allegato "Modulo rinuncia eredità minore").

E’ inoltre importante che chi intenda rinunciare non abbia disposto cioè venduto o donato nulla di appartenenza del defunto.

Se il rinunciante ha dei figli questi subentrano nell'eredità al posto suo a meno che anch'essi non rinuncino a loro volta.

DOVE

Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Torino - Corso Vittorio Emanuele II, 130 - 10138 - Cancelleria Successioni - Settore I - Ingresso 1 - Secondo Piano - Stanze 23302, 23303

Informazioni telefoniche: 011/432 8019 - 011/432 8030 - 011/432 8731

Fax: 011/432 8353

E-mail: ufficio.successioni.tribunale.torino@giustizia.it

Orario sportello: da lunedì al venerdì 8:30 – 12:30

-Se il rinunciante è unico potrà presentarsi dalle 8:30 alle 10:00 dal lunedì al venerdì senza appuntamento;
-Se ci sono più rinuncianti sarà necessario fissare un appuntamento preferibilmente al seguente indirizzo e-mail: ufficio.successioni.tribunale.torino@giustizia.it

COME SI SVOLGE

La rinuncia può essere ricevuta solo dal Tribunale del luogo in cui si è aperta la successione (ultimo domicilio del defunto) o da un notaio su tutto il Territorio dello Stato. E’ opportuno effettuare la rinuncia prima della presentazione della denuncia di successione o comunque prima di dividere l’eredità.

NOTA BENE

Allegare:

  • dichiarazione sostitutiva di certificato di morte (vedi modulo allegato) attestante data, luogo di decesso ed indicazione ultima residenza al fine di confermare la competenza territoriale di questo ufficio, con allegata copia del documento di identità del dichiarante redatta davanti al Cancelliere;
  • copia conforme eventuale testamento rilasciata dal notaio in bollo;
  • copia conforme della pubblicazione del testamento se esistente (rilasciato dal Notaio con gli estremi della registrazione);
  • devono essere presenti tutti i rinuncianti con rispettivi documenti d’identità e codici fiscali, nonché codice fiscale del defunto anche in fotocopia.

Se i rinuncianti sono più di uno e se sono dello stesso grado di parentela può essere redatto un unico atto di rinuncia.

COSTI

Per la rinuncia :

  • € 200,00 in contanti per pagamento oneri di registrazione presso Banca/Posta all’interno del Palazzo (per ogni atto), da pagare con mod. F 23 dopo la redazione dell’atto. Conformemente alla circolare dell’Agenzia delle Entrate N°44/E del 7/10/2011 nel caso in cui l’atto contenga più rinunce all’eredità l’imposta di registro sarà unica;
  • € 16,00 di marca da bollo per redazione atto;
  • ulteriori costi di bollo e di diritti di cancelleria per eventuale rilascio copie.

TEMPI

Gli utenti che non sono assistiti da professionisti (notaio, avvocato, altro ...) dopo circa 40 giorni dalla data della rinuncia possono prenotare copia autentica del provvedimento presso l'ufficio U.R.P., piano terra, ingresso 1, stanza 01620, dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:30, oppure possono prenotare online sul sito www.tribunale.torino.giustizia.it, cliccando sul box in alto a destra "Sportello del cittadino" e seguendo la procedura indicata per la prenotazione on-line. In questo modo dovranno recarsi presso i nostri sportelli solo per il ritiro.
E' possibile delegare al ritiro della copia una terza persona con delega scritta e fotocopia del documento valido di identità del delegante.
Se il delegato è un professionista (notaio, avvocato, altro ...) potrà richiedere copia autentica del provvedimento presso la Cancelleria Centrale Civile - Front Office, scala A, primo piano, stanza 11601, dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 12:30.

Questa scheda ti ha soddisfatto?




Vi ricordiamo che, non essendo un servizio di consulenza legale, non è possibile richiedere informazioni specifiche e personalizzate su singoli casi.