salta al contenuto

Tribunale di Torino

Magistrati

Uffici e Cancellerie

Servizi al cittadino

Trasparenza e Comunicazione

Servizi ai professionisti

Vendite giudiziarie

Servizi online

Controversie in materia di discriminazione

Scheda aggiornata al 06/02/2019

COS'E'

Se una persona ritiene di aver subito una discriminazione per motivi razziali, handicap, orientamento sessuale, età, accesso al lavoro ed a beni e servizi e nei confronti dei disabili può ricorrere, anche personalmente al Tribunale del luogo in cui ha il domicilio.

CHI PUO' RICHIEDERLO

La persona che ritiene di aver subito una discriminazione.

DOVE

  • Per l'utenza professionale: Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Torino - Corso Vittorio Emanuele II, 130 - 10138 - Cancelleria Centrale Civile - Front Office - Scala A - Primo Piano - Stanza 11601

Informazioni telefoniche: 011/432 8025 - 011/432 8215

Orario sportello: dal lunedì al venerdì 8:30 – 12:30

  • Per l'utenza privata: Presso il Palazzo di Giustizia - Tribunale di Torino - Corso Vittorio Emanuele II, 130 - 10138 - Ufficio U.R.P. – Sportello per il Cittadino - Piano Terra - Ingresso 1 - Stanza 01620

Informazioni telefoniche: 011/432 9039 - 011/432 7970

Orario sportello: dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30

COME SI SVOLGE

Nel caso di accoglimento del ricorso, il Tribunale emetterà un ordine di cessazione dell’attività discriminatoria, condannando l’autore della stessa al risarcimento del danno, anche non patrimoniale.

COSTI

  • Contributo Unificato:  secondo il valore, ridotto della metà (€ 259,00);
  • Una marca da bollo € 27,00 per diritti forfetizzati per notifica.

NOTA BENE

La regolamentazione delle controversie in esame con il rito sommario di cognizione è stata introdotta dal decreto semplificazione dei procedimenti civili.